Intorno all’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione circolano molte leggende metropolitane.

Una di queste narra di bocciature indiscriminate, dettate dal fatto che la commissione debba, obbligatoriamente, bocciare una determinata percentuale di esaminandi.

Ufficialmente non esiste niente di tutto ciò.

Naturalmente questo non toglie che ad ogni sessione, nelle diverse sedi, ci siano commissioni più o meno severe, ma questo fattore è praticamente imprevedibile.